CALCOLOSI DELLA COLECISTI

La calcolosi della colecisti

Anche detta litiasi della colecisti, spesso impropriamente denominata anche come "calcoli al fegato") rappresentano una situazione caratterizzata dalla presenza di formazioni dure simili a sassi, di dimensioni variabili da pochi millimetri a qualche centimetro, all'interno della colecisti (o cistifellea).



Il sintomo più comune riferibile con certezza ai calcoli della colecisti è la colica biliare postprandiale. È necessario che il medico definisca con molta cura i sintomi, prima di ascriverli con sicurezza ai calcoli. La "colica" biliare si distingue per:

  • la sua localizzazione (generalmente all’epigastrio, la zona al di sotto dello sterno, e solo nel 30% dei casi all'ipocondrio destro, il fianco destro)
  • la durata (da 30 minuti a 3 ore)
  • Intensità
  • Nausea e a vomito

Diagnosi

La diagnosi viene effettuata e confermata dall'ecografia addominale, con il riscontro di calcoli di varie dimensioni all'interno della colecisti e vanno inoltre effettuate a completamento dello scrining una egds ed un elettrocardiogramma ad esclusione di altre patologie che possono simulare una colica epatica.

Calcoli

Ecografia


INTERVENTO

L’intervento quando necessario viene effettuato in Laparoscopia ovvero con una tecnica che mediante 3 o 4 accessi di circa 1cm ciascuno consente di effettuare l’intervento senza aprire la parete addominale anche se questa possibilità resta nel circa 2% dei casi dove iniziando l’intervento in laparoscopia è necessario convertire per cause tecniche e/o aderenziali che non ne consentono l’asportazione.

Le Incisioni più comuni
prolassectomia-retto-longo
david1
emorroidectomia
david2
rubberbandligation
david3